PARLANDO IT

PARLANDO

WRITER-IN-RESIDENCE

PARLANDO  prescrizione usata nella musica strumentale per ottenere dall’interprete uno stile esecutivo caratterizzato da grande libertà ritmica e di fraseggio, simile al recitativo vocale.

Quest’anno siamo felici di introdurre Parlando, una nuova attività letteraria degli Incontri che andrà ad arricchire l’ormai ben conosciuto programma musicale. Ogni anno inviteremo uno scrittore a soggiornare da noi durante il festival. Potrà vedere i concerti, discutere con i musicisti, interagire col pubblico, partecipare agli eventi Oltre la Musica, e in generale contribuire all’atmosfera degli Incontri. I testi degli scrittori ispirati dal loro soggiorno contribuiranno alla vita letteraria di questo paesaggio storico, già reso noto dalle opere di Iris Origo.

Ogni autore verrà invitato a produrre un testo per Parlando, che sia articolo, diario, saggio, poesia, commentario o qualsiasi altro contributo: unica richiesta, che venga ispirato alla sua esperienza durante gli Incontri. Il testo verrà pubblicato sul sito web Parlando e in versione cartacea l’anno seguente, contribuendo così a una nuova antologia degli Incontri.

Louis de Bernières

Siamo molto onorati di poter presentare il noto scrittore Louis de Bernières come il primo dei nostri “writers-in-residence” di Parlando. La carriera letteraria ormai trentennale di de Bernières  lo ha consacrato come un maestro della fiction storica, tale da portare il lettore al riso e al pianto insieme. Conosciuto soprattutto come autore del suo quarto romanzo Captain Corelli’s Mandolin, pubblicato in milioni di copie e ripreso in forma sia teatrale che cinematografica, de Bernières ha ricevuto plausi dalla critica internazionale ed è seguito dal suo fedele pubblico tramite i suoi numerosi romanzi, racconti e poesie.